matrix pensieri Nulla tanto sfugge al controllo dell’uomo impegnato quanto il vivere; davvero non c’è realtà che sia più difficile da conoscere.
Seneca
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest

Pensieri recenti

Relativismo moderno…

Se il paese X fabbrica la bomba atomica lo fa per proteggere il mondo. Se il paese Y (nemico di X) fabbrica la bomba atomica lo fa distruggere il mondo. Se il paese X ha usato la bomba atomica, lo ha fatto per salvare il mondo e risparmiare centinaia di migliaia di vite umane. Chi ha premuto il pulsante per sganciare la bomba è un eroe. Se il paese Y

I distaccati dalla realtà

Non esistono fatti ma solo interpretazioni — Nietzsche Share on TwitterShare on FacebookShare on Google+ Essere obbiettivi al 100% non è possibile, tutto è filtrato dalla nostra mente, dalla percezione e dal giudizio. Ogni essere umano guarda il mondo con occhiali di diversi colori e sfumature. Ognuno vede la realtà attraverso il filtro delle proprie lenti colorate: mente, cultura, educazione, status sociale, vissuto, ambiente sono i materiali che compongono le

Wild – Il film (La purificazione mentale attraverso il trekking)

Chi è amante delle lunghe escursioni, sa quanto camminare per ore ed ore immersi nella natura, soli e lontani dal caos cittadino, sia purificante a livello mentale e spirituale. Chi cammina sa anche che il dolore è parte integrante di questa esperienza, sopratutto se prolungata nel tempo. Ma è anche quel dolore, la fatica e, a volte, il pensiero costante di abbandonare che ti fanno crescere e aiutano a tirare

La corruzione esiste solo nel settore pubblico?

Siamo abituati a pensare che la corruzione sia solo nel settore pubblico. Si sente spesso dire “le aziende private funzionano perché devono produrre utili”. Ma è proprio così in Italia? Per prima cosa, pochissime aziende italiane sono totalmente svincolate dal pubblico. Infatti, molte aziende private lavorano per enti che hanno concessioni statali. Basti pensare al mondo di giochi, in cui i produttori sono aziende private, mentre le concessioni del gioco

Racconti Filosofici

La bambina e il filosofo

Non era riuscito ad imprimere una direzione alla sua esistenza, a dare una sostanza ai propri pensieri. Quando aveva perso l’amore, aveva perso tutto. Non era più capace di meravigliarsi; di contemplare la bellezza della sua fragile esistenza. Il suo pensiero si perdeva sempre nel vuoto, nel nulla. Amava Nietzsche, e pensava che finalmente avrebbe liberato l’umanità dalla schiavitù, da Dio. Ma non si accorgeva che, in realtà, la distruzione

AL DI LÀ DELLE APPARENZE

L’inverno era la stagione che più amava. Aria fredda e sole, proprio come quella giornata. I vetri appannati dell’Autobus 791, direzione Trastevere, non gli impedivano di guardare fuori dai finestrini. La vita che scorre tra le strade, tra la gente, le macchine ed i Tram, per cui il tempo sembra non passare mai. Per loro sembra tutto così facile, si muovono su dei binari: rettilinei, curve, ma non pensano mai

Senza inizio…e senza fine

È una sera tra tante. Ce ne stiamo seduti su un piccolo divano. L’atmosfera è calma, la musica bassa, l’ambiente è illuminato da una gradevole luce soffusa, l’orologio nella sala segna le nove e mezza di sera. Riusciamo ancora ad apprezzare la tranquillità del locale quasi vuoto, attendendo che la calca ci sommerga. Prendiamo qualcosa da bere, iniziamo a parlare del più e del meno quando, non mi ricordo da