Zengzi disse: «Ogni giorno esamino me stesso su tre questioni:
1. se agendo per gli altri sono stato leale;
2. se trattando con gli amici sono stato sincero;
3. se metto in pratica ciò che trasmetto agli altri». .
Fang Chi interrogò il Maestro sulla virtu dell’ umanità.
Confucio disse: «Amare il prossimo».
Fang Chi interrogò il Maestro sulla conoscenza. Confucio disse: «Conoscere e comprendere il prossimo». .
Confucio disse: «Per quanto riguarda la virtù dell’umanità non si deve cedere neppure davanti al proprio maestro».
(15:35) .
Zigong chiese della virtù dell’umanità.
Confucio disse: «L’artigiano che desidera eseguire bene il suo lavoro, deve innanzi tutto affilare i suoi arnesi. Cosi, chi risiede nello stato, serva i dignitari più virtuosi e faccia amicizia con i letterati dotati di umanità». .
Zigong chiese: «Se ci fosse un uomo che si dedicasse al bene del popolo e che si preoccupasse delle moltitudini, che ne diresti? Si tratta di un caso di umanità?».
Confucio disse: «Qui non si tratta solo di umanità, ma di santità! Gli stessi antichi sovrani Yao e Shun si afflissero per non arrivare a tanto!
D’altronde, chi possiede l’umanità rende autonomi gli altri in quanto desidera egli stesso essere autonomo; fa progredire gli altri in quanto desidera progredire egli stesso. La capacita di valutare gli altri partendo da se stessi si può definire il “criterio dell’umanità”» .
Zigong chiese se anche l’uomo superiore odiasse qualcuno.
Confucio disse: «Ci sono casi in cui odia. Odia chi parla dei difetti altrui.
Odia chi, stando in basso, critica chi sta in alto.
Odia chi e coraggioso ma non tiene conto delle norme di condotta.
Odia chi e audace ma è limitato».

Poi disse: «Anche tu odi qualcuno?».

Zigong rispose:

«Odio chi prende l’astuzia per sapienza.
Odio chi prende l’insolenza per coraggio.
Odio chi prende la delazione per schiettezza».

.
Il Maestro disse: «L’uomo superiore e in armonia con gli altri ma non servile e uniforme. L’uomo dappoco e servile e uniforme ma non in armonia con gli altri». .
Il Maestro disse: «L’uomo superiore è universale e non fazioso. L’uomo dappoco e fazioso è non universale».

Il Maestro disse: «L’uomo superiore non premia in base alle parole, ma non respinge un argomento a causa di chi lo sostiene».

Confucio disse: «L’uomo superiore comprende la giustizia e la correttezza; l’uomo dappoco comprende l’interesse personale».

Il Maestro disse: «L’uomo superiore è calmo e magnanimo, mentre l’uomo dappoco è sempre agitato».

Zigong disse: «Gli errori dell’uomo superiore sono simili alle eclissi di sole e di luna. Tutti se ne accorgono quando sbaglia, e tutti lo ammirano quando si ravvede».

.
Confucio disse: «Da tre cose l’uomo superiore deve guardarsi: quando è giovane e la sua vitalità è in fermento deve guardarsi dalla lussuria; quando è adulto e la sua vitalità e robusta deve lardarsi dall’irascibilità; quando e anziano e sua vitalità è indebolita, deve guardarsi dalla cupidigia».

Confucio disse: «Nove sono i pensieri dell’uomo superiore: osservare attentamente quando usa gli occhi, ascoltare acutamente quando usa le orecchie, essere cordiale nell’aspetto, essere rispettoso nel tratto, essere leale nelle parole, essere riverente nei propri doveri, interrogare nel dubbio, pensare alle conseguenze nell’ira, e alla giustizia nel guadagno».

.
Il Maestro disse: «L’uomo superiore è facile da servire ma difficile da contentare. Non sarà soddisfatto se lo si asseconda in modo non conforme alla Via; quando ricorre al servizio degli altri, li impiega secondo le capacita. L’uomo dappoco è difficile da servire e facile da contentare. Anche al di fuori della Via, egli può essere contentato; quando ricorre al servizio degli altri, esige da loro ogni capacità». .
Il Maestro disse: «Non ho mai visto un uomo fermo».
Qualcuno replicò: «E Shen Cheng?»
Il Maestro disse: «Shen Cheng è pieno di desideri. Come può essere fermo?». .
Zigong chiese: «Esiste un’unica parola che valga per tutta la vita dell’uomo?».
Confucio disse: «Essa è la reciprocità (shu). Non fare agli altri cio che non vorresti fosse fatto a te». .
Aforismi e frasi di Confucio ultima modifica: sabato,10 maggio 19:26, 2014 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.