Talete

Epitaffio sulla tomba di Talete: « Piccola tomba ma di gloria grande come il cielo questa di Talete il sapientissimo»
Diogene Laerzio su Talete

Pensieri e frasi su Talete di Mileto

Talete di Mileto fu senza dubbio il più importante tra quei sette uomini famosi per la loro sapienza – e infatti tra i Greci fu il primo scopritore della geometria, l’osservatore sicurissimo della natura, lo studioso dottissimo delle stelle
Apuleio su Talete di Mileto.
Dei primi filosofi, i più hanno pensato che vi siano solo principi materiali delle cose. Ciò da cui le cosa hanno il loro essere e da cui si originano e in cui corrompendosi si risolvono – poiché la sostanza permane pur mutando negli accidenti – dicono sia l’elemento primordiale e, essa sostanza, il principio delle cose; per questo pensano che niente si generi o perisca in assoluto, dato che tale sostanza permane in eterno… Ci dev’essere infatti una qualche sostanza, una o più d’una, da cui si generi il resto pur restando essa immutata. Quanto poi al numero e alla forma di tale principio non hanno tutti la stessa opinione: Talete, l’iniziatore di questa filosofia, dice per parte sua che esso è l’acqua.
Aristotele su Talete di Mileto.
« [Talete], mentre studiava gli astri e guardava in alto, cadde in un pozzo. Una graziosa e intelligente servetta trace lo prese in giro, dicendogli che si preoccupava tanto di conoscere le cose che stanno in cielo, ma non vedeva quelle gli stavano davanti, tra i piedi. La stessa ironia è riservata a chi passa il tempo a filosofare […] provoca il riso non solo delle schiave di Tracia, ma anche del resto della gente, cadendo, per inesperienza, nei pozzi e in ogni difficoltà »
Platone su Talete di Mileto, Teeteto.
Per Talete la mente del modo è il dio e il tutto è animato e pieno di demoni; e la potenza divina, penetrando l’umido elementare, lo muove.
Aezio su Talete di Mileto.
« Per primo ebbe il nome di sapiente, quando ad Atene era arconte Damasias; ai tempi di quest’ultimo anche i sette furono chiamati sapienti, come dice Demetrio il Falereo nel Registro degli Arconti. »
Diogene Laerzio su Talete di Mileto.
Si narra che alle insistenze della madre che lo voleva accasato e che gli chiedeva: “Perché non ti sposi, Talete?”, egli sempre rispondesse: “È ancora troppo presto”. Finché un giorno cambiò risposta dicendo: “Ormai è troppo tardi”.
Diogene Laerzio su Talete di Mileto.
« …siccome, povero com’era, gli rinfacciavano l’inutilità della filosofia, avendo previsto in base a calcoli astronomici un’abbondante raccolta di olive, ancora in pieno inverno, pur disponendo di poco denaro, si accaparrò tutti i frantoi di Mileto e di Chio per una cifra irrisoria, dal momento che non ve n’era alcuna richiesta; quando giunse il tempo della raccolta, cercando in tanti urgentemente tutti i frantoi disponibili, egli li affittò al prezzo che volle imporre, raccogliendo così molte ricchezze e dimostrando che per i filosofi è molto facile arricchirsi, ma tuttavia non si preoccupano di questo.»
Aristotele su Talete di Mileto.
Talete sembra essere il primo a studiare gli astri.
Eraclito su Talete di Mileto.

Pensieri, aforismi e frasi di Talete di Mileto

Molte parole non indicano mai molta sapienza.
Frasi di Talete.
L’acqua è la migliore di tutte le cose.
Aforismi di Talete.
Felice quella famiglia, che senza possedere grandi ricchezze non soffre tuttavia la povertà.
Aforismi di Talete.
La speranza è il solo bene che è comune a tutti gli uomini, e anche coloro che non hanno più nulla la possiedono ancora.
Frasi di Talete.
Non abbellire la tua immagine; sia bello invece il tuo agire.
Aforismi di Talete.
Non diventare ricco tramite l’ingiustizia.
Frasi di Talete.
Il più bello è il mondo, perché opera divina.
Aforismi di Talete.
Aforismi e frasi di Talete di Mileto ultima modifica: giovedì,18 dicembre 15:15, 2014 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest