Cosa si festeggia durante il Natale? Il Natale nasce come una festa cristiana? Gesù è veramente nato il 25 Dicembre?

Il culto del Natale venne istituito dai Romani nel III secolo d.C., ma non nacque come una festa cristiana bensì come celebrazione del
Sol Invictus (“Sole invitto”) che era un appellativo religioso utilizzato per diverse divinità nel tardo Impero romano: Helios, El-Gabal, Mitra.

Letteralmente Natale significa “nascita”. La festività del Dies Natalis Solis Invicti (“Giorno di nascita del Sole Invitto”) veniva celebrata nel momento dell’anno in cui la durata del giorno iniziava ad aumentare dopo il solstizio d’inverno: era la festa della “rinascita” del sole.

Il sole, infatti, nel solstizio d’inverno giunge nella sua fase più debole quanto a luce e calore, come se fosse avvinto dall’oscurità, ma poi ritorna vitale e forte dopo aver sconfitto le tenebre. Il 25 dicembre, quindi, è il giorno in cui il sole sembra rinascere, ha cioè un nuovo “Natale”. Questa interpretazione astronomica può spiegare perché il 25 dicembre sia una data celebrativa presente in culture e paesi molto distanti tra loro. La festa del Natale trae le sue origini dalle attente osservazioni del comportamento dei pianeti e del sole da parte degli antichi.

Il cristianesimo ha quindi assorbito il culto, assimilando la rinascita del sole alla nascita di Gesù , o meglio, alla rinascita di Cristo come uomo.

La prima testimonianza della celebrazione del Natale cristiano risale al 380 e si trova nei sermoni di san Gregorio di Nissa. La festa del Natale di Cristo, infatti, non è riportata nei più antichi calendari delle festività cristiane in quanto i cristiani prediligevano altre feste fra cui, oltre alla Pasqua, anche l’Epifania-Battesimo di Gesù e il concepimento, ipotizzato 33 anni esatti prima della morte di Gesù Cristo.
Per di più fino, all’inizio del IV° secolo, il Natale veniva festeggiato, a seconda dei luoghi, nelle seguenti date: il 28 marzo, il 18 aprile o il 29 maggio.

Cos’è, oggi, il Natale che si festeggia il 25 Dicembre di ogni anno?

È difficile rispondere in modo equilibrato a questa domanda. C’è chi pensa che il Natele sia diventata la festa del commercio e dei commercianti, del mangiare e del bere; c’è chi pensa che sia la festa dei bambini; c’è chi pensa che sia un modo per stare in famiglia e ritrovarsi uniti anche se si vive in luoghi lontani; c’è chi crede ancora che il Natale sia permeato del significato spirituale cristiano delle origini; c’è chi, in linea con gli antichi romani, ricomincia a credere che sia la festa del nascere in senso generale, un’autocelebrazione della vita stessa.

Forse, il Natale di oggi, che si festeggia il 25 Dicembre, è un po’di tutto questo. Tanti auguri a tutti!

Il Natale e la nascita di Gesù ultima modifica: lunedì,21 dicembre 09:42, 2015 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.