Lasciate entrare il cane coperto di fango: si può lavare il cane e si può lavare il fango, ma quelli che non amano né il cane, né il fango, quelli no, non si possono lavare.
Frasi Jacques Prévert.
La vita è una ciliegia, il nocciolo la sua morte e il Ciliegio è l’Amore.
Aforismi Jacques Prévert.
L’operaio si lava le mani prima di pisciare e l’intellettuale dopo.
Frasi Jacques Prévert.
La nostra vita non è dietro a noi, né avanti, né adesso, è dentro.
Frasi Jacques Prévert.
I ragazzi che si amano si baciano in piedi Contro le porte della notte | E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano | Non ci sono per nessuno Ed è la loro ombra soltanto | Che trema nella notte Stimolando la rabbia dei passanti | La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia | I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte | Molto più in alto del giorno | Nell’abbagliante splendore del loro primo amore.
Frasi Jacques Prévert.
Verso la fine di un discorso estremamente importante | il grand’uomo di stato, inciampa | su una bella frase vuota | ci casca dentro | e inerme | spalanca la bocca | senza fiato | mostra i denti | e la carie dentaria dei suoi ragionamenti pacifici, | mette in luce il nervo della guerra, | la delicata questione di denaro.
Frasi Jacques Prévert.
Tre fiammiferi di fila accesi nella notte: il primo per vedere tutto il tuo viso, il secondo per vedere i tuoi occhi, il terzo per vedere la tua bocca; l’oscurità intera per ricordare tutto questo mentre ti stringo tra le braccia.
Aforismi Jacques Prévert.
Com’è bello questo piccolo paesaggio | Questi due scogli questi pochi alberi | e poi l’acqua e poi il fiume | com’è bello
Pochissimo rumore un po’ di vento | e molta acqua | È un piccolo paesaggio di Bretagna | può stare nel palmo della mano | quando lo si guarda da lontano |
Ma avvicinandosi | non si vede più nulla | si urta contro uno scoglio | o contro un albero | ci facciamo male è peccato |
Frasi Jacques Prévert.
Quando la verità non è più libera, la libertà non è più reale: le verità della polizia sono le verità di oggi.
Aforismi Jacques Prévert.
Che fai laggiù bambina | Con quei fiori appena colti | Che fai laggiù ragazza | Con quei fiori quei fiori seccati | Che fai laggiù bella donna | Con quei fiori che appassiscono | Che fai laggiù già vecchia | Con quei fiori che muoiono | Aspetto il vincitore.
Frasi Jacques Prévert.
Padre nostro che sei nei cieli. Restaci pure. Quanto a noi resteremo sulla terra, che a volte è così bella.
Aforismi Jacques Prévert.
La poesia è ovunque come Dio non è nessuna parte. La poesia, è uno dei più veri, uno dei più utili nome della vita.
Frasi Jacques Prévert.
Ascoltando una musica nuova | e mai sentita | una povera romanza | un’aria da cane pesto | cantata da una femmina ebbra | nel bel mezzo d’una strada | lo smemorato si ricorda di una vedova | che non ha mai conosciuto | Ed aggiunge in sogno | delle strofe di compianto | e quella del marito morto | lo fa sorridere | e lo rassicura | E se ne va cantando | alla ricerca di quella donna | camminando impettito | senza chiedere la strada a nessuno.
Frasi Jacques Prévert.
Il ministero dell’Economia dovrebbe chiamarsi ministero della Miseria, dato che il ministero della Guerra non si chiama mai ministero della Pace.
Aforismi Jacques Prévert.
Il nostro amore non si muove | Testardo come un mulo | Vivo come il desiderio | Crudele come la memoria | Stupido come i rimpianti | Tenero come il ricordo | Freddo come il marmo | Bello come il giorno | Fragile come un bambino.
Frasi Jacques Prévert.
Aforismi e frasi di Jacques Prévert ultima modifica: lunedì,27 aprile 11:11, 2015 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.