Non esistono fatti ma solo interpretazioni — Nietzsche .

Essere obbiettivi al 100% non è possibile, tutto è filtrato dalla nostra mente, dalla percezione e dal giudizio. Ogni essere umano guarda il mondo con occhiali di diversi colori e sfumature.

Ognuno vede la realtà attraverso il filtro delle proprie lenti colorate: mente, cultura, educazione, status sociale, vissuto, ambiente sono i materiali che compongono le nostre lenti.

La verità però è che anche in questo esistono delle sfumature. Non è una questione dicotomica per cui siamo tutti “non obbiettivi” allo stesso modo.

C’è una categoria di persone i cui occhiali sono talmente scuri da non vedere altro che la propria realtà mentale.

La loro mente entra in modo così prepotente nella valutazione dei fatti che, dei “fatti stessi”, rimane ben poco.

Riconoscete queste persone da uno o più dei seguenti comportamenti:

Fanno sempre discorsi di carattere generale e raramente si riferiscono a fatti concreti e specifici;

Si sentono spesso migliori degli altri e più vicini alla verità; oppure alternano periodi con sensazioni di forte superiorità a periodi con sensazioni di inferiorità;

In genere sono idealisti o complottisti o hanno una teoria che può spiegare qualsiasi cosa;

Quando vedono un film trovano sempre una chiave di lettura funzionale alla “proiezione” che hanno creato di loro stessi;
Quando leggono un libro fanno la stessa cosa;

Gli piace circondarsi di persone, fatti, oggetti, idee che rafforzino la loro visione e cercano di evitare tutto ciò che potrebbe mettere a repentaglio le lo loro certezze;

Sono a loro agio nei discorsi impersonali. Nei dialoghi non si mettono mai in gioco in prima persona e nel profondo;

Tendono a fissarsi sulle loro idee e ad avere un “mantra” da ripetere in maniera ossessiva;

Proiettano le loro ansie in tutto ciò che li circonda;

Sono molto centrati su loro stessi;

Sono poco empatici a livello emotivo con il prossimo;

Hanno scarso senso pratico e non considerano importante la verifica sperimentale delle loro affermazioni.

In conclusione, l’obbiettività assoluta è un’ utopia, ma i “distaccati dalla realtà” vorrebbero creare un mondo distopico in cui ogni realtà mentale non è commensurabile con le altre.

I distaccati dalla realtà ultima modifica: mercoledì,15 luglio 09:23, 2015 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.