Dieta solo carne, dieta solo frutta, dieta solo carboidrati, dieta solo proteine, dieta solo grassi, dieta solo verdure…In televisione, la frequenza e l’interesse destati dai programmi e dai talk show incentrati sulle diete ed i regimi alimentari sono arrivati a livelli mai visti prima. Assistiamo spesso a dure battaglie ideologiche che fanno più audience dei litigi tra politici e politicanti!

La tendenza generale del momento è la dieta del “solo”. Con questa espressione voglio intendere tutte quelle diete che escludono completamente uno o più di tipi di alimenti. Alcuni esempi sono:

  • Dieta solo grassi e proteine (iperproteica tipo 1)
    Dieta solo proteine (iperproteica tipo 2)
    Dieta solo carne (iperproteica tipo 3 – la dieta dei cavernicoli)
    Dieta solo Frutta e Verdura crude (Dieta Raw)
    Dieta vegana
    Dieta del digiuno

Su internet e, anche sui libri, potete trovare decine di esempi di diete di questo tipo. Come abbiamo detto, il fattore comune di tutti questi regimi alimentari è il fatto di escludere uno o più tipi di alimenti o nutrienti di base.
Non sono un nutrizionista e il presente articolo non è scritto per dare istruzioni a nessuno. Mi interesso da molti anni all’argomento, ho letto dei libri sull’alimentazione e ho chiesto consigli a medici, nutrizionisti e allenatori in vari ambiti sportivi. Come mia opinione personale, posso affermare che il regime alimentare che preferisco, e che ritengo più salutare, è quello che prevede il consumo di tutti i tipi di alimenti (carne, verdura, frutta, pesce, legumi, uova, cereali, tuberi, latte o derivati, oli e grassi vegetali, zuccheri) avendo la precauzione di scegliere la gamma dei cibi in modo che contengano tutti i nutrienti fondamentali (carboidrati, proteine, grassi, minerali, vitamine).

Per quanto riguarda le proporzioni, le quantità, le calorie da consumare quotidianamente, occorre poi rivolgersi ad un professionista serio e competente. Il regime alimentare è un fattore delicato per la nostra salute, non possiamo prenderlo sottogamba o affrontarlo in modo superficiale. Per di più, non esiste un regime alimentare che vada bene per tutti, ma dipende da molti altri fattori: età, costituzione, attività lavorativa che si svolge, se si pratica sport, quale sport si pratica e a che livello lo si pratica, tipo di metabolismo e tanti altri fattori che il nutrizionista terrà in considerazione quando vi prescriverà il regime alimentare.

Le nuove tendenze alimentari: le diete del “solo” ultima modifica: lunedì,6 giugno 15:16, 2016 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.