Il problema dell’emissione elettromagnetica da parte dei cellulari è stato sollevato da quando, in molte parti del mondo, le persone utilizzano il cellulare sempre più frequentemente. Le onde emesse dai cellulari sono nello spettro delle microonde e si pensa possano essere dannose per la salute. Per questo motivo, sono state condotte numerose ricerche sperimentali ed epidemiologiche su umani e animali.

L’Organizzazione Mondiale per la salute, supportata da molti medici e scienziati, ritiene improbabile che le emissioni delle stazioni base della rete mobile e dei cellulari stessi abbiano affetti nocivi sulla salute.
Nonostante ciò, alcuni delle autorità consultive nazionali sulle radiazioni, incluse quelle di Austria, Francia, Germania, Svezia raccomandano ai cittadini di limitare le esposizioni.

Le raccomandazioni principali sono:

  • Usare gli auricolari per evitare che le radiazioni vengano emesse direttamente nella testa. Per essere ancora più sicuri, si potrebbe inserire un dissipatore a ferrite nel cavo degli auricolari, in modo da non ricevere neanche la radiazione residua, la quale passa nel cavo che collega la cuffia al telefono.
  • Tenere il cellulare lontano dal corpo (infatti, la potenza del campo diminuisce molto rapidamente con l’aumentare della distanza dalla sorgente) ;
  • Non telefonare in macchina senza un’antenna esterna. In ambienti come l’auto, il treno, l´autobus quando si usa il cellulare parte delle radiazioni, a causa dei materiali metallici, vengono amplificate notevolmente all´interno dei mezzi, aumentando l´esposizione.

Rischi per la salute

Molti scienziati hanno investigato i possibili effetti della radiazione della telefonia mobile. Questi studi sono stadi occasionalmente rivisti da una commissione scientifica per valutare i reali rischi per la salute.
Il più recente risultato di queste ricerche venne pubblicato nel 2007 dalla Commissione Europea sulla ricerca “Emerging and Newly Identified Health Risks (SCENIHR)”. Viene affermato che non ci sono significativi effetti nocivi per un livello normale di esposizione:

La normale esposizione alla radiazione dei cellulari non può causare mal di testa o vertigini, né può causare tumori al cervello, problemi neurologici o danni all’apparato riproduttivo.
Alcune ricerche (non portate a termine) hanno suggerito che le emissioni da cellulare potrebbero causare tumori benigni al nervo cocleare.
Ciò nondimeno, si segnala che sono necessari studi riguardanti gli effetti potenziali sulla salute dei bambini.

Spiegazioni tecniche

Parte delle onde emesse dalla cornetta del cellulare viene assorbita dalla testa. Le onde radio emesse da un GSM possono avere una potenza di picco di 2 watt. Altre tecnologie, come UMTS, usano una potenza inferire, tipicamente 1 Watt. La potenza massima che un cellulare dovrebbe emettere è regolata dalla normativa di ciascun paese. La potenza delle radiazioni emesse varia a seconda della posizione, della qualità del segnale, del luogo in cui si trova il cellulare. Durante il tempo in cui l’utente non parla il segnale viene trasmesso ad intervalli regolari per stabilire un contatto tra la stazione base ed il cellulare, ma la potenza del segnale risulta bassa.

Effetti Termici

Un effetto conosciuto delle radiazioni a microonde è il riscaldamento dielettrico, in cui ogni materiale dielettrico (come tessuti viventi) è riscaldato da una rotazione delle molecole polari indotte dal campo elettromagnetico. Nel caso di una persona che usa il cellulare, la maggior parte dell’effetto di riscaldamento occorrerà sulla superficie della testa , provocando un aumento di temperatura. In questo caso, l’aumento di temperatura è della frazione di un grado. L’aumento di temperatura è dunque minore di quello che subirebbe la testa se venisse esposta direttamente alla radiazione solare. Il cervello è in grado di bilanciare questo aumento, incrementando localmente la circolazione sanguinea. Tuttavia, la cornea non ha la capacità di regolare la temperatura, ed un esposizione molto prolungata ad una temperatura elevata potrebbe provocare una cataratta prematura. Ciò nonostante, non è stata trovata alcuna correlazione tra l’esposizione alle radiazioni dei cellulari e questo fenomeno, perché la potenza in gioco è molto piccola.

Effetti non termici

Alcuni ricercatori hanno sostenuto che i cosiddetti effetti non termici, possono essere reinterpretati come normali risposte delle cellule ad un aumento di temperatura. Il biofisico tedesco Roland Glaser, per esempio, ha affermato che ci sono numerose molecole termo-ricettrici nelle cellule, che attivano in cascata un secondo ed un terzo sistema messaggero, e producono alcune proteine che sono in grado di difendere la cellula dallo stress metabolico causato dal riscaldamento. Gli aumenti di temperatura sono troppo piccoli per essere determinati dagli studi che sono stati condotti come il REFLEX (Risk Evaluation of Potential Environmental Hazards from Low Energy Electromagnetic Field (EMF) Exposure Using Sensitive in vitro Methods).

I cellulari sono dannosi per la salute? ultima modifica: mercoledì,4 febbraio 17:30, 2009 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.