Chi non sa quello che vuole dalla vita riversa la sua insoddisfazione nell’agire quotidiano

Un capo chiese ad un suo sottoposto di acquistare un’ autovettura per la ditta.
“Quale tipo di auto?” chiese il sottoposto.
“Una vale l’altra, non è una questione importante e non ci perdere troppo tempo!” rispose il capo.
Il dipendente, dopo averci pensato su, torna dal capo e gli propone l’acquisto di una Fiat Panda.
“Una Fiat Panda?” domanda il capo.
“Sì” risponde l’altro.
“Ma ti pare che i miei dipendenti debbano girare su una macchina così banale? Scegli qualcos’altro, un’auto più sportiva.”
Il dipendente si rimette a rimuginare, torna e gli propone un’Alfa GTV.
“Ma sei impazzito ci vuole qualcosa di più semplice, non devono mica andare a fare le corse. E poi lascia perdere le macchine italiane, si sa che sono scadenti”.
Il sottoposto, un po’ sconfortato si rimette al lavoro e torna con una nuova proposta:
“Una Smart”
“No è troppo piccola” risponde il capo.
Una Ford CMax ribatte il sottoposto
“No è troppo grande”
Il dipendente prova ancora:
“Una Volkswagen polo”

Il capo rimbrotta “Ma sei fuori di testa! Andare ad acquistare un’ auto straniera quando in Italia c’è la crisi. Dobbiamo consumare beni italiani per movimentare la nostra economica”

Il povero dipendente prova a controbattere: “Ma la scorsa volta mi ha detto che le auto italiane sono di pessima qualità!”

“Ti sbagli, forse avrai capito male! Continua a cercare, devi mettere più impegno in questa faccenda! La scelta dell’auto aziendale è un affare molto importante, è una questione di immagine, non lo sottovalutare!”

La macchina aziendale ultima modifica: martedì,30 settembre 10:31, 2014 da nabladue
Condividi!










Inviare
More share buttons
Share on Pinterest
There are no images.