Npensieri banner

L'esistenzialismo di Albert Camus

L'esistenzialismo di Albert Camus: tra assurdo e rivolta

Albert Camus (1913-1960) è stato uno scrittore, filosofo e giornalista francese, considerato uno dei maggiori esponenti dell'esistenzialismo del Novecento. La sua opera si caratterizza per la tematica dell'assurdo, inteso come la contraddizione tra il desiderio di senso dell'uomo e l'assenza di senso del mondo.

Camus non accetta né il nichilismo, che nega ogni valore alla vita, né il suicidio, che è una fuga dalla realtà, né il religioso, che è una consolazione illusoria. La sua risposta all'assurdo è la rivolta, cioè l'atteggiamento di chi riconosce l'assurdo e lo sfida, affermando la propria libertà e la propria dignità.

Per Camus, la rivolta è un atto etico e politico, che implica la solidarietà con gli altri esseri umani, la difesa dei diritti e della giustizia, la critica di ogni forma di oppressione e di violenza. La rivolta è anche un atto estetico e artistico, che esprime la bellezza e la creatività dell'uomo, in contrasto con la monotonia e la mediocrità della società.

Camus ha illustrato la sua visione dell'esistenzialismo in diverse opere, tra cui il romanzo Lo straniero (1942), il saggio Il mito di Sisifo (1942), il ciclo di racconti L'esilio e il regno (1957) e il saggio postumo L'uomo in rivolta (1951).

In queste opere, Camus ci presenta dei personaggi che incarnano la sua filosofia, come Meursault, lo straniero che uccide un arabo senza motivo e rifiuta di pentirsi; Sisifo, il mitico eroe che sfida gli dei e si rassegna a spingere eternamente una roccia su una montagna; o Caligola, l'imperatore romano che si ribella alla ragione e alla morale, e impone il suo potere assoluto.

Camus è stato un autore influente e controverso, che ha suscitato ammirazione e critica, sia nel suo tempo che oggi. La sua opera ci interpella ancora oggi, perché ci invita a riflettere sul senso della nostra esistenza, sul nostro rapporto con il mondo e con gli altri, e sul nostro ruolo nella storia e nella società.

Bibliografia

Camus, A. (1942). Il mito di Sisifo. Bompiani. : Camus, A. (1951). L'uomo in rivolta. Bompiani. : Camus, A. (1957). L'esilio e il regno. Bompiani. : Camus, A. (1942). Lo straniero. Bompiani.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram