Trump, gli Usa e la morte di George Floyd

Usa: Un poliziotto* sta 8 minuti e 53 second con il ginocchio sul collo fino a far morire l’arrestato George Floyd per una banconota falsa di 20$.

Quanto vale la vita di un uomo? 20 dollari?

Un’esecuzione, una condanna a morte senza processo, senza diritti umani, per una banconota falsa da 20 $ , in pieno giorno davanti a tutti e nessuno può far nulla.
Il ginocchio preme su collo del ragazzo con tutto il peso del suo esecutore. George Floyd chiede di non morire, non respira, chiama la mamma e si spegne, lentamente.

Trump twitta “l’esercito sparerà, se comincerà la rivolta.

Ecco il testo integrale del Tweet, che è stato addirittura bollato come violento da Twitter stessa.

“Queste rivolte disonorano la memoria di George Floyd, e non lascerò che accadano. Ho appena parlato con il governatore Tim Walz a gli ho riferito che i militari sono con lui in tutto e per tutto. In ogni caso riassumeremo il controllo ma, se iniziano le ribellioni, inizieranno anche gli spari.
Grazie”

Tweet  Trump George Floyd

“Questo tweet viola le regole di Twitter sull’esaltazione della violenza – ha scritto il social network sulla pagina di Trump – Ma Twitter ha stabilito che è nell’interesse pubblico che resti accessibile”.
Fonti Tweet Trump

Che può fare la popolazione, anche se armata, contro l’esercito più potente del mondo?
E ora chiedetevi a cosa serva la vendita di armi negli Stati Uniti, se per tutelare la democrazia o per gli interessi di alcune multinazionali.

Le autorità giudiziarie americane vorrebbero scaricare la colpa sulle preesistenti condizioni di salute di George Floyd (ipertensione arteriosa e problemi coronarici), il modo standard di procedere negli Stati Uniti per insabbiare delle verità scomode ( per approfondimenti: Complotti americani)

Gli Usa sono un paese sempre più allo sbando e sempre più immorale che ha la presunzione di pensare di “civilizzare” il mondo. Ora sono governati dal nulla assoluto di nome Donald Trump.

Mi dispiace dover essere ambasciatore di cattive notizie, ma sono stato chiaro l’estate scorsa quando vi ho detto che Donald Trump sarebbe stato il candidato repubblicano alla presidenza. Ed ora vi porto notizie ancora più terribili e sconfortanti: Donald J. Trump vincerà a Novembre. Questo miserabile, ignorante, pericoloso pagliaccio part-time, e sociopatico a tempo pieno, sarà il nostro prossimo presidente. Presidente Trump. Forza, pronunciate queste parole.
Michael Moore
[Sulle elezioni presidenziali negli Stati Uniti d’America del 2016]

violenza bruti George Floyd

C’è qualcosa di più terribile della violenza dei bruti: la violenza dei vigliacchi.
Roberto Benigni

Note
* Agente di polizia Derek Chauvin
** George Floyd, l’afroamericano di 46 anni morto dopo esser stato immobilizzato dall’agente di polizia
*** Vignetta di Roby il pettirosso

Leave a Reply

error: Content is protected !!