Festa di Natale

Natale. Guardo il presepe scolpito

dove sono i pastori appena giunti

alla povera stalla di Betlemme.

Anche i Re Magi nelle lunghe vesti

salutano il potente Re del mondo.

Pace nella finzione e nel silenzio

delle figure in legno ed ecco i vecchi

del villaggio e la stalla che risplende

e l’asinello di colore azzurro.

Natale – Salvatore Quasimodo – Poesie sul Natale

Non ho voglia di tuffarmi

in un gomitolo di strade

Ho tanta stanchezza

sulle spalle

Lasciatemi così

come una cosa posata

in un angolo

e dimenticata

Qui non si sente altro

che il caldo buono

Sto con le quattro capriole

di fumo del focolare

Natale – Giuseppe Ungaretti – Poesie sul Natale




Il gregge stanco ansando riposava

sotto le stelle nella notte fonda.

Dormivano i pastori. Il tempo andava.

Qund’ecco una gran luce il cielo inonda.

È mezzanotte. Ed ecco un dolce canto

suona per l’aria, in armonia gioconda.

Si destano i pastori, al gregge accanto,

e ascoltano: “Sia gloria a Dio nei cieli

e pace in terra all’uomo!”. O dolce incanto!

È nato un bimbo tutto luce e amore.

In una stalla, avvolto in pochi veli,

povero è nato e pure é il Re dei cieli.

E dice a tutti: “State cuore a cuore,

come fratelli! Non odiate mai!

L’anima che perdona è come un fiore.

Chi crede in me non perirà mai”.

È nato Gesù – Ettore Bogno – Poesie di Natale

Bambino Gesù, asciuga ogni lacrima

Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!

Accarezza il malato e l’anziano!

Spingi gli uomini

a deporre le armi

e a stringersi in un universale abbraccio di pace!

Invita i popoli,

misericordioso Gesù,

ad abbattere i muri

creati dalla miseria

e dalla disoccupazione,

dall’ignoranza

e dall’indifferenza,

dalla discriminazione e dall’intolleranza.

Sei tu,

Divino Bambino di Betlemme,

che ci salvi,

liberandoci dal peccato.

Sei tu il vero e unico Salvatore,

che l’umanità spesso cerca a tentoni.

Dio della pace,

dono di pace

per l’intera umanità, vieni a vivere

nel cuore di ogni uomo e di ogni famiglia.

Sii tu la nostra pace

e la nostra gioia!

Bambino Gesù, asciuga ogni lacrima – Giovanni Paolo II – Poesie di Natale

L’agnello belava dolcemente.

L’asino, tenero, si allietava

in un caldo chiamare.

Il cane latrava

quasi parlando alle stelle.

Mi svegliai…Uscii. Vidi orme

celesti sul terreno

fiorito

come un cielo capovolto.

Un soffio tiepido e soave

velava l’alberata:

la luna andava declinando

in un occaso d’oro e di seta

apersi la stalla per vedere se Egli

era là…

C’era – Juan Ramon Jmenez – Poesie sul Natale

Una luce vermiglia

risplende nella pia

notte e si spande via

per miglia e miglia e miglia.

O nova meraviglia!

O fiore di Maria!

Passa la melodia

e la terra s’ingiglia.

Cantano tra il fischiare

del vento per le forre,

i biondi angeli in coro;

ed ecco Baldassarre

Gaspare e Melchiorre,

con mirra, incenso ed oro.

Re Magi – Gabriele D’Annunzio – Poesie di Natale

È Natale ogni volta

che sorridi a un fratello

e gli tendi la mano.

È Natale ogni volta

che rimani in silenzio

per ascoltare l’altro.

È Natale ogni volta

che non accetti quei principi

che relegano gli oppressi

ai margini della società.

È Natale ogni volta

che speri con quelli che disperano

nella povertà fisica e spirituale.

È Natale ogni volta

che riconosci con umiltà

i tuoi limiti e la tua debolezza.

È Natale ogni volta

che permetti al Signore

di rinascere per donarlo agli altri.

È Natale – Madre Teresa – Poesie sul Natale



Filastrocca di Natale,

la neve è bianca come il sale,

la neve è fredda, la notte è nera

ma per i bimbi è primavera:

soltanto per loro, ai piedi del letto

è fiorito un alberetto.

Che strani fiori, che frutti buoni

oggi sull’albero dei doni:

bambole d’oro, treni di latta,

orsi dal pelo come d’ovatta,

e in cima, proprio sul ramo più alto,

un cavallo che spicca il salto.

Quasi lo tocco…

Ma no, ho sognato,

ed ecco, adesso, mi sono destato:

nella mia casa, accanto al mio letto

non è fiorito l’alberetto.

Ci sono soltanto i fiori del gelo

sui vetri che mi nascondono il cielo.

L’albero dei poveri sul vetro è fiorito:

io lo cancello con un dito.

L’albero dei poveri – Gianni Rodari – Poesie di Natale

La notte è scesa

e brilla la cometa

che ha segnato il cammino.

Sono davanti a Te,

Santo Bambino!

Tu, Re dell’universo,

ci hai insegnato

che tutte le creature sono uguali,

che le distingue solo la bontà,

tesoro immenso,

dato al povero e al ricco.

Gesù, fa’ ch’io sia buono,

che in cuore non abbia che dolcezza.

Fa’ che il tuo dono

s’accresca in me ogni giorno

e intorno lo diffonda,

nel Tuo nome.

A Gesù bambino – Umberto Saba – Poesie sul Natale

La Luce guardò in basso

e vide le Tenebre:

“Là voglio andare”

disse la Luce.

La Pace guardò in basso

e vide la Guerra:

“Là voglio andare”

disse la Pace.

L’Amore guardò in basso

e vide l’Odio:

“Là voglio andare”

disse l’Amore.

Così apparve la Luce

e risplendette.

Così apparve la Pace

e offrì riposo.

Così apparve l’Amore

e portò vita;

questo è il mistero del Natale.

Il Mistero di Natale – L. Hausman – Poesie di Natale

Viene viene la befana,

vien dai monti a notte fonda.

Come è stanca! La circonda

neve, gelo e tramontana.

Viene viene la Befana!

E s’accosta piano piano

alla villa, al casolare,

a guardare, ad ascoltare

or più presso, or più lontano,

piano, piano, piano, piano.

La Befana – Giovanni Pascoli – Poesie sul Natale

Se comandasse lo zampognaro

che scende per il viale,

sai che cosa direbbe

il giorno di Natale?

“Voglio che in ogni casa

spunti dal pavimento

un albero fiorito

di stelle d’oro e d’argento”.

Se comandasse il passero

che sulla neve zampetta

sai che cosa direbbe

con la voce che cinguetta?

“Voglio che i bimbi trovino,

quando il lume sarà acceso,

tutti i doni sognati,

più uno, per buon peso”.

Se comandasse il pastore

dal presepe di cartone

sai che legge farebbe

firmandola col lungo bastone?

“Voglio che oggi non pianga

nel mondo un solo bambino,

che abbiano lo stesso sorriso,

il bianco, il moro, il giallino”.

Sapete che cosa vi dico

io che non comando niente?

Tutte queste belle cose

accadranno facilmente:

se ci diamo la mano

i miracoli si fanno

e il giorno di Natale

durerà tutto l’anno.

Lo zampognaro – Gianni Rodari – Poesie di Natale