Una cosa sappiamo, che forse un giorno l’uomo bianco scoprirà…il nostro Dio è lo stesso Dio. Ora voi pensate di possederlo, come volete possedere la nostra terra, ma non potete. Egli è il Dio degli uomini, e la sua compassione è uguale per l’uomo rosso e per l’uomo bianco. Questa terra gli è preziosa e offendere la terra significa mancare di rispetto al suo Creatore.

Capo Seattle – Frasi Indiani d’America

Sapete che gli alberi parlano?

Essi lo fanno! Parlano tra di loro e loro vi parleranno se solo voi li ascoltate. Il problema dei bianchi è che loro non ascoltano!

E così non hanno mai ascoltato gli indiani come non ascoltano le altre voci della natura. Ma vi assicuro, gli alberi mi hanno insegnato molto: sul tempo, sugli animali, sul Grande Spirito.

Tatanga Mani Assiniboine – Frasi nativi americani

Il perdono ci rende liberi. Ciò non significa approvare ciò che perdoniamo, ma perdonare significa camminare liberi come il vento. Recidere le corde che vi legano al rancore.

Joyce Sequichie Hifler – Cherokee – Frasi Indiani d’America

Nelle città dell’uomo bianco non c’è un posto tranquillo, un posto dove ascoltare le foglie che si dischiudono in primavera e il rumore delle ali di un insetto. Ma, forse, è perché sono un selvaggio e non capisco. Il frastuono delle vostre città ferisce le nostre orecchie.

Capo Seattle – Frasi nativi americani

Non lasciamo che i nostri ideali ci rendano soddisfatti di noi stessi. Ognuno di noi, in scala più o meno grande contribuisce allo sfruttamento e alla distruzione della terra, allo spreco e all’inquinamento. Abbiamo semplicemente la possibilità di camminare più vicino alla Buona Strada. Non di colpo, ma tappa per tappa in questa direzione, finché non riusciremo a tornare su questo sentiero.

Saupaquant Wampanoag – Frasi Indiani d’America

Io sono soltanto un uomo. Sono la voce del mio popolo. Quali che siano i loro sentimenti, io dico questo. Non voglio più la guerra.

Voglio essere un uomo. Voi mi negate il diritto di vivere liberamente. La mia pelle è rossa; il mio cuore è come il cuore di un uomo bianco; ma io sono un Modoc.

Kintpuash dei Modoc – Frasi Indiani d’America

Quando muoio i miei nemici saranno sotto di me. I vostri soldati mi hanno attaccato mentre dormivo sul fiume Lost. Essi ci hanno spinto su queste rocce come un cervo ferito.

Kintpuash dei Modoc – Frasi nativi americani

Ovunque tra il nostro popolo si pensa che il Creatore e tutta la Creazione sono un vasto e santo mistero: ma questo mistero può parlare ai nostri cuori solo se noi siamo preparati e se ascoltiamo.

Saupaquant Wampanoag – Frasi Indiani d’America

Abbiamo dimenticato come si ascoltano le storie e i canti che porta con sé il vento.

Abbiamo dimenticato come ascoltare la saggezza delle pietre che dall’inizio di tutti i tempi stanno al loro posto su questa terra.

Abbiamo dimenticato quanto l’acqua possa rinfrescarci e rinnovarci.

Abbiamo dimenticato che si ascoltano le piante che ci insegnano quali fra loro cogliere per il nostro benessere.

Abbiamo perso la capacità di spiare gli animali che con gentilezza ci offrono la loro saggezza, il loro riso, il loro amore.

Ci siamo chiusi a tutte queste relazioni e tuttavia ci chiediamo perché così spesso, ci prende la solitudine.

Sun Bear – Frasi nativi americani

Come si possono comprare il cielo e il calore della terra? Per noi è un’ idea strana. Se non possediamo la freschezza dell’aria e lo scintillio dell’acqua, come possiamo acquistarli?

Capo Seattle – Frasi Indiani d’America

Danzavo tra le stelle

Poi sei venuto tu

a trascinare in basso il mio spirito

Hai detto che ero stupido

Danzavo tra le nuvole

Poi sei venuto tu

a trascinare in basso il mio spirito

Hai detto che vivevo nell’errore

Danzavo tra le colline

Poi sei venuto tu

a trascinare in basso il mio spirito

Hai detto che ero malvagio

Danzavo tra gli alberi

Poi sei venuto tu

a trascinare in basso il mio spirito

Hai detto che ero sporco

Danzavo tra i fiori

Poi sei venuto tu

a trascinare in basso il mio spirito

Hai detto che era tutto vano:

ero sempre e soltanto un indiano

Gilbert P. Douville – Frasi Indiani d’America

Io non ho mai rivendicato il diritto di poter fare con la terra quello che ritengo giusto. L’unico che ha un tale diritto è colui che l’ha creata.

Capo Giuseppe – Frasi nativi americani

Prima che arrivassero i nostri fratelli bianchi

per fare di noi degli uomini civilizzati,

non avevamo alcun tipo di prigione.

Per questo motivo non avevamo nemmeno un delinquente.

Senza una prigione non può esservi alcun delinquente.

Non avevamo né serrature, né chiavi e perciò,

presso di noi non c erano ladri.

Quando qualcuno era così povero, da non possedere cavallo,

tenda o coperta, allora egli riceveva tutto questo in dono.

Noi eravamo troppo incivili, per dare grande valore alla proprietà privata.

Noi aspiravamo alla proprietà, solo per poterla dare agli altri.

Noi non conoscevamo alcun tipo di denaro

e di conseguenza il valore di un essere umano

non veniva misurato secondo la sua ricchezza.

Noi non avevamo delle leggi scritte depositate,

nessun avvocato e nessun politico,

perciò non potevamo imbrogliarci l’uno con l’altro.

Eravamo messi veramente male,

prima che arrivassero i bianchi,

ed io non mi so spiegare come potevamo cavarcela

senza quelle cose fondamentali che,

come ci viene detto,

sono così necessarie per una società civilizzata.

Cervo Zoppo – Frasi Indiani d’America

Noi sappiamo che l’uomo bianco non capisce il nostro modo di sentire. Per lui un pezzo di terra è uguale all’altro, perché egli è uno straniero che viene nella notte e prende dalla terra quello di cui ha bisogno. La terra non è suo fratello, ma il suo nemico e, dopo averla conquistata, la abbandona.

Capo Seattle – Frasi nativi americani