387 Like! Twitter 7 Facebook 380 387 Like! ×
Madre Teresa

«In non penso di avere qualità speciali,non pretendo niente per il lavoro che svolgo.
È opera sua. Io sono come una piccola matita nelle Sue mani,nient’altro.È Lui che pensa. È lui che scrive. La matita non ha nulla a che fare con tutto questo.
La matita deve solo poter essere usata.»

Non è abbastanza dire: «Io amo Dio».
Io devo amare anche il mio prossimo.
Nelle Scritture San Giovanni dice che
è bugiardo colui che dice di amare Dio
ma non ama il suo prossimo.
Come si può amare Dio, che non si
vede, se non si ama il proprio prossimo
che si vede, che si tocca, con il quale
si vive? E usa una parola molto grossa,
«bugiardo». È una di quelle parole
che spaventa quando le si legge,
eppure è proprio la verità.
Madre Teresa di Calcutta

È facile amare le persone lontane,
molto facile pensare alla gente
che muore di fame in India.
Ma prima dovete vedere se regna
l’amore in casa vostra e in quella
del vostro vicino e nella strada
in cui abitate, nella città in cui vivete,
e solo dopo guardate fuori…
Madre Teresa di Calcutta

Le ricchezze possono soffocare
se non sono utilizzate nel modo giusto,
che si tratti di ricchezze materiali
o spirituali.
Madre Teresa di Calcutta

Agli studenti: prego affinché tutti
i giovani laureati non portino
con sé solo un pezzo di carta ma
portino con sé amore, pace e gioia.
Affinché diventino la luce dell’amore
di Dio per la nostra gente, la speranza
della felicità eterna e la fiamma
dell’amore ovunque vadano. Affinché
diventino messaggeri dell’amore di Dio.
Affinché sappiano dare ciò che hanno ricevuto
non per tenere con sé, ma
per condividere con gli altri.
Madre Teresa di Calcutta

Dobbiamo nutrire una compassione
profonda per gli altri. Per potere avere
il cuore colmo di compassione
dobbiamo pregare, e soprattutto essere
gentili verso i poveri.
Noi pensiamo di fare tanto per i poveri,
ma sono loro che ci rendono ricchi.
Siamo in debito con loro.
Volete fare qualcosa di bello per Dio?
C’è qualcuno che ha bisogno di voi.
È la vostra occasione.
Madre Teresa di Calcutta

Cercare di infondere nei cuori
dei vostri figli l’amore per la casa.
Fate in modo che desiderino
ardentemente stare con la propria famiglia.
Molti peccati si potrebbero
evitare se la nostra gente amasse
davvero la propria casa.
Madre Teresa di Calcutta

Non trascurate la vostra famiglia.
State in casa. Se oggi ci sono tanto
giovani sbandati è perché i nonni sono
In qualche istituto, ma madre è così
occupata che non è mai in casa
quando i bambini tornano da scuola.
Non c’è nessuno ad accoglierli, nessuno
che giochi con loro e così ritornano
per la strada, dove ci sono droga, alcol
e moltissime altre cose.
È lo stesso ovunque. Tutto dipende
da quanto ci amiamo l’un l’altro.
Madre Teresa di Calcutta

Fra i collaboratori abbiamo piccoli
«Gruppi di ascoltatori» che si recano
nelle case delle persone più anziane,
si siedono con loro e le fanno parlare.
I vecchi amano avere qualcuno
che li ascolti e li lasci parlare,
anche se devono raccontare storie
di trent’anni prima.
Ascoltare quando nessun altro vuole
farlo è una cosa bellissima.
Madre Teresa di Calcutta

È facile sorridere alle persone
che stanno fuori dalla propria casa.
È così facile prendersi cura delle
persone che non si conoscono bene.
È difficile essere premurosi e gentili
e sorridere ed essere pieni di amore
in casa con i propri familiari giorno
dopo giorno,specialmente quando
siamo stanchi e di malumore. Tutti noi
abbiamo momenti come questi,
ed è proprio allora che Cristo viene
a noi vestito di sofferenza.
Madre Teresa di Calcutta

Il vero amore deve far sempre male.
Deve essere doloroso amare qualcuno,
doloroso lasciare qualcuno.
Potresti dover morire per lui.
Quando ci si sposa si rinuncia a ogni
cosa per amarsi reciprocamente.
La madre dà la vita
a suo figlio soffre molto.
Solo allora si ama sinceramente.
La parola amore è così mal
interpretata e abusata.
Madre Teresa di Calcutta

Raccogliemmo un uomo dalle fogne,
mezzo mangiato dai vermi, e quando lo
portammo nella Casa dei moribondi
a Kalighat, egli disse solamente:
«Ho vissuto come un animale per la strada,
ma sto per morire come
un angelo, amato e curato».
Quando finimmo di togliere i vermi
dal suo corpo, tutto ciò che disse
Con un gran sorriso fu: «Sorella , sto
Tornando alla casa di Dio», e spirò.
Fu meraviglioso vedere la grandezza
di un uomo che sapeva parlare in quel
modo, senza biasimare nessuno, senza
fare paragoni con nessuno.
È la grandezza delle persone ricche
di spirito nonostante siano povere
materialmente.
Madre Teresa di Calcutta

Quando sapete di aver ferito qualcuno
siate i primi a chiedere scusa.
Non possiamo perdonare se non
sappiamo di aver bisogno di perdono,
e il perdono è l’inizio dell’amore.
Madre Teresa di Calcutta

La strada più veloce e sicura verso
la gentilezza è la parola: usatela per far
del bene agli altri. Se pensate bene
degli altri, parlerete anche bene,
degli altri. La violenza della parola
È reale: più acuminata di qualsiasi coltello, ferisce e crea un’amarezza tale
che solo la grazia di Dio può giudicare.
Madre Teresa di Calcutta

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.

Però ciò che é importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito e` la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un`altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`è in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni
non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai!
Madre Teresa di Calcutta

Oggi la gente è affamata d’amore,
e l’amore è la sola risposta
alla solitudine ed alla grande povertà.
In alcuni paesi no c’è fame
di pane, la gente soffre invece
di terribile solitudine, terribile
disperazione, terribile odio, poiché si
sente indesiderata, derelitta e senza
speranza. Ha dimenticato come si fa
a sorridere. Ha dimenticato la bellezza
del tocco umano. Ha dimenticato cos’è
l’amore degli uomini. Ha bisogno
di qualcuno che capisca e la rispetti.
Madre Teresa di Calcutta

A Calcutta ci sono case per moribondi
visibili a tutti. In altri paesi,molti
giovani vivono in case
Per moribondi che sono invisibile ma
non meno reali. Parlando della
parabola del figliol prodigo, un ragazzo
di New York mi disse:« Nella mia
Famiglia non è il figlio che se ne va:è il padre.»
Ci sono genitori che, pur
occupandosi delle necessità materiali,
in realtà sono totalmente assenti
agli occhi dei propri figli.

Trova il tempo..

Trova il tempo di pensare
Trova il tempo di pregare
Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell’anima.

Trova il tempo per giocare
Trova il tempo per amare ed essere amato
Trova il tempo di dare
È il segreto dell’eterna giovinezza
È il privilegio dato da Dio
La giornata è troppo corta per essere egoisti.

Trova il tempo di leggere
Trova il tempo di essere amico
Trova il tempo di lavorare
E’ la fonte della saggezza
E’ la strada della felicità
E’ il prezzo del successo.

Trova il tempo di fare la carità
E’ la chiave del Paradiso.

(Iscrizione trovata sul muro
della Casa dei Bambini di Calcutta.)
Madre Teresa di Calcutta

Sappiamo che se vogliamo amare
veramente, dobbiamo imparare
a perdonare. Perdonate e chiedete
di essere perdonati; scusate invece
di accusare. La riconciliazione avviene
per prima cosa con noi stessi,
non con gli altri.
Inizia da un cuore puro.
Un cuore puro può vedere Dio negli
Altri. Noi dobbiamo irradiare l’amore di Dio.
Madre Teresa di Calcutta

«Aprite gli occhi e guardate».
Non c’è solo fame
di un pezzo di pane,
c’è fame di comprendere l’ amore,
la parola di Dio.
Non si è nudi solo per la mancanza
di vestiti, la nudità è la perdita
della dignità umana,la perdita
della meravigliosa virtù della purezza, così bistrattata ai nostri giorni.
Madre Teresa di Calcutta

Davanti a Dio siamo tutti poveri.
In un modo o nell’altro siamo tutti
handicappati. A volte lo si vede
esternamente, a volte lo si è dentro.
La persona sana può essere più vicina
alla morte e persino più morta
di un moribondo. Potrebbe essere
morta spiritualmente,
solo che non si vede.
Madre Teresa di Calcutta

Noi stesse ci rendiamo conto
Che quello che facciamo è solo
una goccia nell’oceano.
Ma se non ci fosse quella goccia,
all’oceano mancherebbe quella goccia
perduta. Non dobbiamo pensare
in termini di numeri.. Siamo in grado di
amare solo una persona alla volta.
Madre Teresa di Calcutta

Non abbiamo assolutamente alcuna
Difficoltà a lavorare in paesi con diverse
Fedi religiose. Trattiamo tutti come figli
Di Dio. Sono nostri fratelli e sorelle
E mostriamo per loro grande rispetto.
Il nostro compito è incoraggiare queste
persone, cristiane o non cristiane, a compiere
opere d’amore. Ogni opera
d’amore fatta col cuore avvicina d Dio.
Madre Teresa di Calcutta

Dissi al cast di uno spettacolo musicale
a Calcutta.« Il vostro lavoro e il mio
si completano a vicenda. Il mondo
ha più che mai bisogno di quello che
facciamo. Voi date gioia con il vostro
spettacolo e noi facciamo l lo stesso
con il nostro servizio. Ed è la stessa
cosa, anche se voi cantate e ballate
e noi puliamo e strofiniamo.
Voi riempite il mondo dell’amore
che Dio ci ha dato».
Madre Teresa di Calcutta

Anche se non apro bocca, posso
parlarvi con gli occhi per una mezz’ora
buona.. Guardandovi negli occhi
posso dire se nel vostro cuore
C’è pace oppure no. Ci sono
persone che irradiano gioia,
e nei loro occhi si vede la purezza.
E vogliamo la calma della mente,
osserviamo il silenzio degli occhi.
Usate i vostri occhi per pregare meglio.
Madre Teresa di Calcutta

Nel mondo le persone possono
apparire diverse o avere una religione,
un’istruzione o una posizione diverse,
ma sono tutte uguali. Sono persone
da amare, hanno tutte fame d’amore.
La gente che vedete per le strade
di Calcutta ha fame nel corpo,
ma anche quella che vedete a Londra
o a New York ha una fame che deve
essere soddisfatta, Ogni persona
ha bisogno di essere amata.
Madre Teresa di Calcutta

Cerchiamo di essere molto sinceri
nei rapporti con gli altri, e di avere
il coraggio di accettarci come siamo.
Non sorprendetevi o non preoccupatevi
dei fallimenti degli altri, piuttosto
Guardate e trovate il bene in ciascuno,
perché ciascuno di noi è creato,
a immagine di Dio.
Madre Teresa di Calcutta

«Dato che operate per portare la pace,
perché non operate anche»
ci chiedono «perché ci siano meno
guerre?» Se lavorate per la pace, quella
pace farà siì che ci siano meno guerre.
Ma io non voglio mettermi in politica.
La guerra è frutto della politica, così io
Non voglio farmi coinvolgere, tutto
Qui. Se mi impegnassi in politica,
smetterei di amare. Perché dovrei
parteggiare per qualcuno, e non
per tutti. È questa la differenza.
Madre Teresa di Calcutta

Agli studenti di medicina:
Vi prego, non andate
Ad aggiungervi ai milioni di medici
Già esistenti che sono solo capaci
di distribuire medicine. Dovete trattare
ogni paziente con amore e compassione
e non deludere le sue speranze.
Le vostre mani sono strumenti di pace
Che ridonano la vita, mentre altri
le usano per seminare distruzione.
Nel mondo si porta la pace con l’amore
E non con la forza.

Se avrete occhi per vedere,
troverete Calcutta in tutto il mondo.
Le strade di Calcutta conducono
alla porta di ogni uomo.
So che magari vorreste fare un viaggio
a Calcutta, ma è più facile amare
le persone lontane.
Non è sempre facile amare le persone
che ci vivono accanto.
Che mi dite di quelle che non vi
piacciono o disprezzate?
Madre Teresa di Calcutta

Tratto da Madre Teresa di Calcutta - La gioia di Amare